Tutti i comunicati stampa di UPI Veneto

Mercoledì, 28 Febbraio 2024 15:41

Emergenza maltempo, UPI Veneto: Protezione Civile al lavoro nelle Province, situazione in lieve miglioramento

Ancora allerta rossa per rischio idraulico oggi nel Vicentino, nel Padovano e nel Veronese. Attenuazione da domani

L’emergenza maltempo che si è abbattuta in questi giorni nel territorio regionale sembra in fase di miglioramento: per monitorare l’evolversi della situazione, UPI Veneto è costantemente in contatto con le Province per raccogliere segnalazioni e criticità soprattutto nelle aree del Vicentino e del Padovano, dove il violento nubifragio ha reso necessarie misure urgenti di sicurezza, modifica della viabilità e del regolare svolgimento della didattica nelle scuole. Il bollettino di oggi del Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile della Regione Veneto segnala il permanere dell’allerta rossa per rischio idraulico nelle aree dell’Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone e Basso Brenta -Bacchiglione, nei territori delle Province di Vicenza, Padova e Verona, mentre la situazione idrogeologica è sotto controllo nelle Province di Treviso, Belluno, Rovigo e nella Città Metropolitana di Venezia.

“Stiamo monitorando l’evolversi dell’emergenza maltempo in tutto il territorio, al momento purtroppo permangono le criticità, soprattutto sulla rete fluviale, con necessarie modifiche alla viabilità in provincia di Vicenza e di Padova, ma anche a Verona è stata predisposta la chiusura temporanea di alcuni tratti di strade provinciali per mettere in sicurezza da cedimenti del piano viabile – sottolinea Stefano Marcon, presidente UPI Veneto – a Vicenza sono stati attivati oltre 80 Centri Operativi Comunali, che insieme ad Amministratori e tecnici stanno monitorando in particolare i corsi d’acqua e i versanti montani. Le situazioni di maggiori criticità e preoccupazione si sono verificate nella rete idrografica minore a Vicenza, nell’area del fiume Retrone, nella zona S. Agostino verso Nogarazza, nel comune di Dueville, per l’alto livello del torrente Igna alla confluenza con il Timonchio, e lungo l’asta del Bacchiglione (Longare, Montegalda, Montegaldella). Anche a Padova sono centinaia i Volontari di Protezione Civile al lavoro sul territorio, 300 la notte scorsa, 160 oggi al lavoro soprattutto per le operazioni di “sacchettazione”, ovvero di arginamento con i sacchi dei fiumi, soprattutto quelli minori. A Verona, l’Unità Operativa di Protezione Civile della Provincia ha provveduto a chiudere i guadi sul torrente Illasi e ha attivato 11 squadre fra Gruppi comunali e Associazioni, insieme ai Gruppi ANA degli Alpini. Per quanto riguarda invece la Provincia di Treviso, sono 52 i Gruppi e Associazioni di Volontari di Protezione Civili allertati e pronti a intervenire, ma al momento non si sono verificate particolari emergenze. Situazione sotto controllo senza particolari segnalazioni anche nelle Province di Belluno e Rovigo”.

"Esprimo solidarietà e vicinanza ai colleghi presidenti Nardin, Giordani e Pasini, che rispettivamente nelle province di Vicenza, Padova e Verona stanno affrontando le maggiori criticità e svolgendo tutte le verifiche e gli interventi necessari per contenere i disagi e tutelare i cittadini. Come UPI Veneto, continueremo a monitorare l’andamento dell’emergenza nelle prossime e ad allinearci con le Unità di Protezione Civile attive sul territorio regionale”.

 

 

Redattore: Samantha De Bortoli

Letto 253 volte

Gli ultimi tweet di UPI Veneto

Simple Social Media Stream: There is no feed to show or there is a connectivity problem!

Unione Province d'Italia

Logo dell'Unione Province d'Italia

Regione Veneto

Logo della Regione Veneto

Presidente

Vicepresidente

Segretario Generale

Informazioni utili